Cristina e Mamma Ida - novembre 2014
comment 0

Farememoria. Ricordare, rammentare, rammendare

Conservare traccia delle storie di un territorio, per restituirle alla comunità locale; ricomporre gli indizi del passato, prendersi il tempo di sostare e riflettere sul “come una volta”, per rintracciarvi ciò che è utile all’oggi: per rammentare, ricordare e, come ripercorrendo la scia di briciole o sassolini delle fiabe, ritrovare la strada.

Fare memoria, oggi, per tenere insieme ciò che è stato disperso, accantonato, troppo sbadatamente lasciato alle spalle. Fare memoria, ma con l’attenzione di un occhio vigile, perché davvero il passato possa darci strumenti atti a comprendere l’oggi.

Al di là della nostalgia, della sommaria fascinazione verso le atmosfere rétro delle foto seppiate, il tentativo di dare luogo a un’officina della memoria condivisa; luoghi e occasioni dove costruire la memoria attraverso la concretezza delle storie, dei ricordi, delle esperienze: attraverso le persone, le loro vite.

farememoria: il blog

 

Rispondi