fbpx
Frammenti di tempo tra Galantara e Villa Guerrini

Il Giardino di Trebbiantico. Frammenti di tempo tra Galantara e Villa Guerrini

L'sposizione realizzata nel 2012 su Villa Galantara, situata sulle colline tra Pesaro e Fano, e sulla famiglia Guerrini, ultima proprietaria

Dal 2001 la struttura di Galantara (Trebbiantico di Pesaro) è Residenza Sanitaria Assistita e sede di molti servizi dell’Azienda Sanitaria marchigiana.
Di Galantara, ex Villa Guerrini, mi sono occupata nel 2012, raccogliendo notizie per una mostra realizzata in occasione del restauro della fontana e del ripristino del giardino all’italiana: i pannelli che puoi ‘sfogliare’ qui sopra sono oggi visibili nei corridoi al piano terra della R.S.A.

Galantara e Villa Guerrini

Galantara, già Villa Guerrini. Mai del tutto dimenticato, eppure mai definitivamente acquisito dalla memoria collettiva della nostra città, il complesso destinato negli anni Cinquanta a sanatorio, oggi Residenza Sanitaria Assistita, resta per molti un luogo enigmatico, poco frequentato persino dagli studi, pur così assidui nell’indagare altre dimore storiche delle nostre zone. Scarne e frammentarie sono infatti le notizie su Villa Guerrini, l’antico “palazzo di Galantara”, e quasi tutte ancora da scoprire in archivi pubblici e privati.

Ciò non deve stupire, poiché il genius loci di Galantara-Villa Guerrini vive appartato, e vuole essere attentamente ricercato negli anfratti del bosco, nel roccolo o vicino a qualche pietra sfuggita alle trasformazioni che si sono susseguite negli anni. O forse abita proprio nello zampillo della fontana restaurata, primo, concreto passo di un progetto di recupero del giardino all’italiana e dell’intero parco promosso dal Soroptimist International Club di Pesaro insieme con numerosi altri soggetti. Un progetto articolato, che si pone l’obiettivo della restituzione di questi spazi verdi alla città, come auspicato da Angelino Guidi, direttore tra il 1998 e il 2007 dell’Azienda Sanitaria di Pesaro, al quale il parco è dedicato. Un progetto grazie al quale Galantara, già Villa Guerrini, potrebbe tornare a essere “il giardino di Trebbiantico”, nel ricordo dei suoi antichi signori e nel rispetto delle esigenze degli ospiti attuali.

Ringrazio chi mi ha dato la possibilità di studiare e raccontare, seppure in brevi tratti essenziali, Galantara, la Famiglia Guerrini, e attraverso le loro vicende, frammenti della storia della nostra città; un grazie particolare va infine a Alessandro Benoffi e alla sua Famiglia, per la generosità dimostrata nel mettere a disposizione di questo progetto i ricordi più cari.

Cristina Ortolani, autunno 2012

L’immagine di copertina del post (in alto) riproduce una fotografia dall’album della famiglia Benoffi, riportata nel pannello n. 4 della mostra

Lascia un commento

Top
Cristina Ortolani - Privacy e cookies
Questo sito usa cookies tecnici di terze parti. Se sei d'accordo, chiudi e continua a leggere. Oppure approfondisci.